New York > California

Pages: 1 2 3 4 5 6 7

Partiamo da Laguna Beach con meta Santa Barbara, sempre sulla Pacific Hwy. Il primo tratto di strada è lo stesso dell’andata, si attraversa come all’andata la parte più noiosa di LA dove si concentrano le strurre portuali e industriali. La strada diventa più interessante man mano che ci si avvicina a Santa Monica.

Malibu

Vorremmo pranzare lì, ma quando arriviamo la delusione è cocente. La spiaggia è piena di orribili turisti, troppi gabbiani e piccioni. Vicino all’acqua tira un vento molto freddo. E lontano dall’acqua non c’è un posto all’ombra.

Ripartiamo e ci fermiamo a Malibu, a vedere i surfisti. La spiaggia è più bella. Ci sono tante piccole case lungo l’oceano. Alle spalle piccole montagne molto brulle, probabilmente sempre spazzate dal vento e per il primo tratto disabitate. Poi lo scenario cambia: le case si fanno più lussuose e quelle più lussuose sono sulla collina.

Dopo Malibu prendo la guida. Bello! Inizia un tratto di strada più stretta e a curve, dove la spiaggia  si fa prima di sassi e poi di roccia. Nel tratto successivo di strada tutto torna piatto e il traffico si fa intenso mentre si procede verso S. Barbara. L’azienda del turismo ci manda a un resort sul lungo mare (Western Beach Inn).

Santa Barbara è proprio bella. Quando c’è il sole ha una luce limpidissima e un cielo azzurro da oceano. Anche qui cascate di fiori colorati e piante verdi e fiorite, rigogliosissime. Davanti alla nostra stanza ci sono aiole di begonie di tutte le gradazioni di rosa, forse come non le avevo mai viste. I giardini sono curatissmi e la gente è ospitale. Unico difetto: la baia è rivolta a sud e il sole non tramonta nell’oceano, ma dietro alle colline.

Spiaggia

Usciamo tardi per la cena e scopriamo che qui chiude tutto abbastanza presto. Alle 21.30 alcuni ristoranti non ci accettano più. Chi ci accoglie? Un grazioso ristorante italiano, Bucatini. Anche se in chiusura ci offre uno splendido piatto di maccheroni e un buon dolce.

Andiamo a dormire contenti dopo aver fatto un giro nella down-town. La strada principale di S. Barbara è piena di negozi. C’è un locale aperto, il Bricks, che fa musica dal vivo e  sembra più simpatico di quello vicino, il James Joice.